Dic 28

Il villaggio più freddo del mondo si trova in Siberia : Ojmjakon raggiunge i -70°C

01_oymyakon_wiki_maarten-takens_1217

Dic 27

Il Castagno dei Cento Cavalli – Sant’Alfio (CT)

 

castagno-cento-cavalliIl Castagno dei Cento Cavalli si trova in Sicilia, a Sant’Alfio in provincia diCatania e più precisamente all’interno del cosiddetto Parco dell’Etna. In siciliano è noto come U Castagnu di li Centu Cavaddi ed è un albero che ha migliaia di anni e che per la sua grande importanza storica si trova anche impresso sullo stemma del Comune. Il nome di questo enorme castagno è molto suggestivo e trae origine da una leggenda molto amata alle pendici dell’Etna. Sembra, infatti, che durante un temporale fortissimo, Giovanna d’Aragona riparò sotto gli enormi rami di castagno ben cento cavalieri. Esperti botanici hanno esaminato negli anni questo castagno e gli attribuiscono circa 4.000 anni. Secondo la tesi di molti di essi, il Castagno dei Cento Cavalieri è tra gli alberi monumentali quello più vecchio d’Europa. Nel 2008 l’albero ha ottenuto un grande riconoscimento dall’Unesco che l’ha proclamato messaggero della pace.

Dic 26

Buon Natale (A voi tutti auguro un Natale con pochi regali ma con tutti gli ideali realizzati – di Ada Merlini)

download-2

Dic 15

NOCERA UMBRA, CON IL PRESEPE DELLE ACQUE LO SPETTACOLO È SERVITO

 

listener-6C’è tempo fino al 6 gennaio per visitare il Presepe delle acque di Nocera Umbra allestito in Piazza Umberto I e nei giardini pubblici del borgo, su una superficie di 800 metri quadrati. A mettere a punto quello che, ad oggi, risulta essere il più grande presepe con statue dell’Umbria, così come il programma di eventi collaterali, è stata la Pro loco con il patrocinio del Comune e la collaborazione dell’Associazione commercianti. Oltre alla sua estensione, la particolarità del presepe, da cui discende appunto il suo nome, è che in esso sono rappresentate le tre sorgenti principali di Nocera Umbra, Angelica, il Cacciatore e Flaminia.

Fitto il calendario di iniziative tra concerti, spettacoli, mercatini, laboratori e giochi per bambini. Sabato 17 dicembre, alle 10.30 in piazza Umberto I, ‘Tutti festeggiamo il Natale’, canti natalizi e mercatini in compagnia degli studenti della scuola primaria ‘Dante Alighieri’. Alle 15 ‘Ciarlatin Ciarlatan’, musica e spettacolo per bambini a cura dell’associazione Ritmi, sempre in piazza Umberto I. Alle 21, ‘Successi dal 1946 al 2016’, concerto di solidarietà abbinato a intrattenimento comico a cura della compagnia ‘Un centesimo per un sorriso’ all’Auditorium Cottoni. L’ingresso è gratuito ma è gradita un’offerta. Una parte dei proventi, infatti, così come quella derivante dalla Lotteria di Natale (regolamento sulla pagina Facebook Presepe delle acque) sarà destinato all’associazione ‘Tutti i colori del mondo’ di Norcia e a un’altra, ancora da individuare, del Comune di Preci.

Domenica 18, alle 15, in Piazza Umberto I, ancora iniziative per bambini con ‘L’officina di Babbo Natale’, laboratorio di costruzione di giocattoli autoprodotti a cura dell’illustratrice Valentina Marino, e ‘Giochiamo insieme’, intrattenimento a opera delle associazioni ‘Arcieri’ e ‘Combriccola dei sogni’. Alle 16.30, ‘Allegria in musica’, concerto della banda musicale di Nocera Umbra e alle 17.30, ‘La grande tombolata’ organizzata dai quartieri Porta Santa Croce e Borgo San Martino. Non mancheranno, infine, nei due giorni, i mercatini di Natale, uno sotto i Portici di san Filippo (dalle 10 alle 19) e un altro, organizzato dalle scuole, in piazza Umberto I (dalle 10.30 alle 18).

Dic 04

Dormire in un igloo,suite di ghiaccio. A livigno si può

 

snow-suite-livignoA Livigno quest’inverno si può dormire in una suite di ghiaccio. Il 20 dicembre sarà inaugurata la prima Snow Suite a 1.816 metri di altitudine.

Un igloo di lusso, insomma, tra le cime innevate di quello che è chiamato il Tibet d’Italia.

All’interno non mancheranno i comfort, anche se si dorme in un sacco a pelo termico. Sarà l’ambiente ideale per una coppia che vuole trascorrere una notte inusuale, ma anche per una famiglia che desidera provare una nuova esperienza.

L’igloo sarà costruito all’esterno del Lac Salin SPA & Mountain Resort che proprio quest’anno festeggia i 10 anni di vita.

Per scaldarsi, si cena nella Stua da Legn e si va nella Spa Suite del Lac Salin, con massaggi, sauna, bagno di vapore, bagno alle erbe aromatiche e una ricca colazione servita proprio nella Spa.

Scenografiche sculture di neve ispirate ad Art in Ice, la manifestazione di arte contemporanea che si tiene da 18 anni a Livigno e che vede artisti da tutto il mondo realizzare vere e proprie opera d’arte con il ghiaccio.

Aperto a tutti sarà invece lo Snow Lounge Bar, un bar igloo dove trascorrere del tempo dopo lo sci o dopo una cena a base di sciatt. Anche se sarà fatto di neve, al suo interno l’igloo sarà molto raffinato, con una lista di cocktail creativi serviti nei bicchieri di ghiaccio.

Nov 05

Il miracolo di Macereto, il santuario nelle Marche rimasto illeso dal terremoto

 

santuario-macereto-marcheÈ rimasto miracolosamente illeso dal sisma il santuario di Macereto, nelle Marche a soli 5 chilometri da Visso, uno dei centri più colpiti dal terremoto del 30 ottobre 2016 che ha colpito il Centro Italia.

Il complesso religioso, costruito nella prima metà del Cinquecento, è stato ripreso da un drone che ha sorvolato la zona dei Monti Sibillini in cui sorge il santuario: quest’ultimo a quanto mostrano le immagini non presenta danni o crolli visibili.

Ott 12

Il Museo del pene, è in Islanda!

 

museo-fallologico-islandeseIl Museo Fallologico Islandese è un museo molto particolare che potrebbe far arrossire ed inorridire i più bigotti. Il museo raccoglie, infatti, oltre 200 peniappartenenti a tutti i mammiferi del territorio islandese. Essendo ancora unargomento tabù in molte parti del mondo, Italia compresa, di fallologia non si parla ancora distesamente. Lo si ritiene ancora un argomento imbarazzante e vergognoso. Ma questo museo potrà allargare gli orizzonti, dedicandosi ad un argomento delicato nel modo più scientifico e professionale possibile

Set 27

#Romagna TBV, ovvero Romagna – Terre del Buon Vivere Mercoledì 28 settembre alle 14:30 al San Giacomo

 

forli-tramonto-rdDomani pormeriggio, mercoledì 28 settembre, la Chiesa di San Giacomo ospiterà a partire dalle 14.30 il convegno “#RomagnaTBV: cultura e turismo come motore durevole di sviluppo”, con la presentazione del progetto di marketing territoriale promosso dagli enti pubblici e privati del territorio e un dibattito sul valore della cultura come volano di sviluppo turistico ed economico del territorio.

“#Romagna TBV, ovvero Romagna Terra del Buon Vivere” è l’immagine della Romagna che un gruppo di 10 realtà di Forlì e Cesena (Provincia, i due comune di Forlì e di Cesena, le tre Unioni dei Comuni della  Romagna forlivese, della Valle del Savio e dei Comuni del Rubicone Mare, la Camera di Commercio, le due Fondazioni ex bancarie di Forlì e di Cesena e il GAL “l’Altra Romagna”) hanno individuato per promuovere l’attrattività e lo sviluppo del nostro territorio. L’obiettivo è quello di evidenziare come la Romagna si caratterizzi per molteplici eccellenze nei campi più diversi (arte, ambiente, formazione e ricerca, innovazione, sanità e assistenza sociale, enogastronomia, modelli d’impresa, ambiente) che trovano la radice comune proprio nei principi del Buon Vivere, ovvero del BES (Benessere Equo e Sostenibile). E da quest’angolo prospettico coordinare – e comunicare – al meglio tutto quanto viene già promosso ed organizzato sul territorio dalle diverse realtà, assicurandogli quella visibilità ed attrattività che già meritano ma che faticano a conseguire. A tal scopo queste 10 realtà hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che prevede le prime azioni di comunicazione unitaria del nostro territorio come Terra del BV già all’interno della Settimana del Buon Vivere, per poi moltiplicarsi ed estendersi nel corso degli anni a venire.

Dopo i saluti dei sindaci di Forlì e di Cesena e del Presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, interverranno Gianfranco Brunelli (direttore generale delle mostre della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì), Guido Guerzoni (giornalista e docente Università Bocconi) e Fabio Lazzari (presidente UTET Grandi Opere). Modererà Nicola Saldutti, responsabile della sezione economia del Corriere della Sera. Ingresso libero.

Link

treno-imperial-russia-ristorante

Set 16

Il festival dei gatti di Grazzano Visconti

 

gatti-cuccioli-wikimedia-commons-axelle-bDa non perdere per gli amanti dei gatti uno dei più grandi eventi dedicato al mondo di questi animali: il Festival dei Gatti di Grazzano Visconti, che nel 2016 si svolge dal 24 al 25 settembre. La suggestiva cornice è quella del Parco del Castello di Grazzano Visconti, in provincia di Piacenza, dove ben 150.000 metri quadrati del lussureggiante giardino del castello sono dedicati ai gatti, con eventi di arte, cultura e divertimento. La fortezza, costruita da Giovanni Anguissola e Beatrice Visconti nel 1395, è suggestiva e piacevole da visitare ed è sede di numerosi eventi nel corso dell’anno.

Le aree tematiche del festival dei gatti sono numerose e spaziano dalla pittura alla scultura, con tanto di contest di scultura lignea (ovviamente a tema gatto),
alla fotografia, alle performance teatrali tra cui spettacoli di burlesque felina, all’artigianato. E poi libri, convegni e tavole rotonde sui gatti. L’evento è gemello del Festival dei Gufi, uno degli eventi più popolari di Grazzano Visconti.

Post precedenti «